Clafoutis alle mele e uvetta

Clafoutis alle mele e uvetta

Dolce tipico della cucina francese, il clafoutis alle mele e uvetta è una variante del più famoso clafoutis alle ciliegie nere. Originaria della zona di Poitou e di Limousin, la parola ‘clafoutis’ deriverebbe dall’antico francese ‘claufir’ che significa ‘riempire’.
E’ un dolce morbido che ben si adatta a tutti i nostri desideri di golosità. Il clafoutis alle mele e uvetta è semplice e veloce da realizzare: mele renetta tagliate a  grossi spicchi  sono caramellate nel burro e poi disposte nello stampo con l’uvetta fatta ammollare per 24 ore nel calvados o nel rum. La pastella che ricopre la frutta, come nel clafoutis alle pesche  è sempre a base di uova, zucchero e farine, ma con l’aggiunta di panna, anziché latte, e degli albumi montati a neve incorporati delicatamente nel composto.
Il clafoutis è un dolce delizioso, che deve essere gustato nell’arco di un’ora dopo che è stato sfornato. Se gustato il giorno dopo perde di consistenza e  di sapore, soprattutto se messo in frigorifero. Per avere quindi un clafoutis al meglio e risparmiare tempo, preparate la pasta il giorno prima, copritela con la pellicola alimentare e conservatela in frigorifero per 24 ore. Potete anche preparare dei clafoutis senza cottura, congelarli in stampi di alluminio e, appena prima di iniziare il pranzo o la cena, metterli in forno per la cottura. Saranno comunque super!

FavoriteLoadingAggiungi ai preferiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*